Trekking Selvaggio Blu Extreme

Sardegna

Difficoltà

Intermedio 

Periodo

28 settembre – 3 ottobre 2024

Chiusura iscrizioni

26 settembre 2024

Descrizione

Il trekking Selvaggio Blu Extreme è una rivisitazione del famoso trekking Selvaggio Blu Classico: esso viene percorso al contrario, ovvero da nord verso sud, ha una durata di 4 giorni ed è molto più impegnativo del trekking Classico. I passaggi superati nel trekking Classico con delle calate in corda doppia, il trekking Extreme aggira queste difficoltà nel senso opposto con ferrate impegnative, passaggi esposti, arrampicate su alberi di ginepro… insomma una vera e propria avventura!

I km percorsi sono minori, ma il tempo che richiede ogni tappa è sempre di 5/6 ore. Le serate si trascorrono sotto le stelle in tenda e le cene sono come sul trekking Selvaggio Blu classico a 5 stelle! Zaino leggero lungo il trekking, tutto i nostri bagagli vengono portati dalle barche di tappa in tappa. 

Se ti senti coraggioso è il trekking che fa per te, ti aspettiamo! Vietata la paura “dell’alto”.

MA COS'è IL SELVAGGIO BLU?

È un vero e proprio viaggio nel tempo, lungo il percorso quando si incontrano i “Coili”, i vecchi ripari dei pastori, ormai in disuso ma ancora ben conservati, si può rivivere la vita pastorale di allora. La traccia del sentiero non è mai evidente e scontata ma richiede buon senso di orientamento e in alcuni tratti concentrazione soprattutto sui campi solcati dove l’acqua e il vento hanno modificato la roccia creando delle vere e proprie lame di calcare dove la camminata risulta scomoda e faticosa. Il trekking cerca in assoluto il tracciato il più vicino alla costa anche se a tratti la si abbandona obbligatoriamente. Questo comporta il seguire deboli tracce che serpeggiano tra la macchia mediterranea, cale e vertiginose scogliere che regalano panorami mozzafiato sul Golfo di Orosei. Queste rocce si superano con tratti più tecnici di arrampicata fino al IV grado, calate in corda doppia fino a 60 metri, tratti attrezzati con le corde e passaggi esposti su tronchi intrecciati di ginepro chiamati Iscala ‘e fustes.  

Ogni tappa ha le sue particolarità ma tutte hanno in comune la discesa verso il mare alla loro conclusione, dove il pomeriggio si potrà godere di un bel bagno rinfrescante in alcune tra le più belle spiagge della Sardegna. Queste spiagge faranno anche da cornice durante la cena e la notte, dove dormiremo sotto le stelle cullati dalle onde del mare.

LA NOSTRA FILOSOFIA

Noi vogliamo proporre il Selvaggio Blu come una vera e propria vacanza.

Per questo ci affidiamo ad una compagnia di logistica locale che effettua il trasporto dei bagagli pesanti (vestiti di ricambio, cibo, acqua e tutto il necessario per trascorrere la notte in spiaggia).

La prima notte verrà trascorsa all’Ovile Bertarelli dove la cena verrà preparata dalle mani sapienti della Famiglia Bertarelli con prodotti locali a Km 0, mentre le cene successive verranno preparate dalle Guide con prodotti locali freschi, dalle grigliate di pesce o carne a primi piatti il tutto accompagnato con del buon Cannonau e mirto fatto dai contadini locali.

Durante il giorno gli spostamenti da un punto tappa all’altro verranno effettuati con uno zaino leggero con all’interno il necessario per il pranzo e l’attrezzatura per affrontare le parti alpinistiche in modo tale da non affaticarsi troppo e potersi godere a pieno i panorami che la Costa di Baunei ci offre giorno dopo giorno. 

IL TREKKING, GIORNO PER GIORNO

Ritrovo nel pomeriggio a Santa Maria Navarrese presso l’Hotel Santa Maria e sistemazione in camere doppie o triple. Possibilità di prenotare camera singola con supplemento (su richiesta). Cena in Hotel e briefing con i partecipanti.

Durata

Circa 5 ore

Dislivello percorso

Quasi nullo

Partiremo dall’hotel Santa Maria Navarrese e con il servizio jeep arriviamo nell’entroterra.

La prima parte del percorso è facile e in discesa, poi seguiremo una lunga cengia S’Istrada Longa. Qui troviamo un tratto esposto di circa 20mt, che necessita il posizionamento di una corda. Lungo la discesa verso valle passeremo anche su un magnifico ponte di ginepro che ci porterà verso il fondo del bacu (valletta). Una comoda strada sterrata ci farà arrivare fino a Cala Sisine dove potremmo goderci un bel bagno rinfrescante.

La cena e colazione la faremo nel rifugio “Su Cuile”, proprio vicino alla spiaggia dove monteremo le tende. Una cena spettacolare a base di carne o pesce ci accompagnerà nella serata.

Durata

Circa 5/6 ore

Dislivello percorso

500 metri

Ci incamminiamo subito in salita per la cengia che porta alla ferrata di Plumare. Un tratto attrezzato segue una cengia molto esposta e panoramica che ci porterà nei pressi della grande frana di Orronorro. Qui ci saranno due lunghe e spettacolari calate in piena parete: la prima di 35 mt e la seconda di 60 mt tutta nel vuoto! Dopo una facile camminata nei boschi verso una spiaggia paradisiaca, avremo un’ultima calata da 50 mt per guadagnare la spiaggia stessa.

Durata

Circa 6/7 ore

Dislivello percorso

700 metri

Dopo aver ammirato l’alba, saliremo lungo i boschi soprastanti. Nella parte alta del sentiero seguiremo una lunga carbonaia che ci porterà fino ad incontrare il percorso del Selvaggio Blu Classico. Ci avventuriamo poi in una serie di calate del Bacu Padente. Dopo 7 calate arriveremo al mare, vicino alla Grotta del Fico. Dalla terza calata entreremo anche all’interno di una grotta ipogea ed usciremo dall’altra parte della montagna!

Dopo la settima calata un traverso impegnativo a filo dell’acqua ci porterà all’interno della Grotta del Fico, che visiteremo.

Durata

Circa 5/6 ore 

Dislivello percorso

400 metri

La partenza di prima mattina lungo la ferrata della Grotta del Fico è una buona sveglia! Una ferrata corta di solo 50 mt di dislivello ma molto verticale ed a tratti faticosa ci conduce nel bosco sovrastante la grotta. Da qui seguiremo il Selvaggio Blu a ritroso arrampicando alcune paretine di roccia max 4° che ci condurranno verso il famoso buco di Urele: un passaggio molto caratteristico che ci porterà al vallone che scende verso la spiaggia di Modaloru.

Poi saliremo e arriveremo ad una cengia da attraversare quasi strisciando! Fortunatamente è un tratto corto (40 mt) ma richiede sangue freddo perché l’esposizione è notevole. Una corda di sicurezza posizionata dalla guida tranquillizzerà notevolmente i “Selvaggi”. Continuando per boschi ripidi di Ispuligidenie si arriverà con un paio di calate, una molto aerea, alla spiaggia di Mariolu.

Colazione e transfer in aeroporto. 

Prenota una guida privata

Affidati alle nostre Guide Alpine per un’esperienza memorabile in totale sicurezza.

Il prezzo comprende:
– Guide Alpine
– Sistemazione in Hotel 1⁄2 pensione prima e ultima notte, seconda notte in ovile con cena e colazione
– Logistica e trasporto bagagli per le tappe
– Colazioni, pranzi e cene per 5 giorni
– Tassa del selvaggio blu.

Il pernotto in hotel si intende in camere doppie o triple. La sistemazione in camera singola dovrà essere specificata al momento della prenotazione, tale richiesta può prevedere una maggiorazione nella quota di iscrizione in relazione all’offerta dell’albergatore.

La quota non comprende:
– Volo Aereo
– Noleggio auto o transfer A/R aeroporto Santa Maria Navarrese
– Bevande cena prima e ultima sera in hotel
– Extra ovile Bertarelli

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome

Le Guide che vi accompagneranno

Scrivici ora per prenotare o avere informazioni sulle nostre attività!

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome